Serve una speranza

In questo tempo di crisi economica, di persone che perdono il lavoro, di altri che vengono “esodati” con l’inganno politico, di offuscamento dei valori, di adorazione del Dio Soldo, delle amicizie di Facebook che se poi t’incontrano non ti salutano quasi, di Tg che non sanno fare altro che indugiare sulla cronaca nera che invece dovrebbero lasciare ai giornali locali, di sguardi che non rispondono al tuo sorriso, di supposti premier che sbandierano pessimismo per proprio tornaconto, di agenzie di rating al soldo di interessi economici internazionali, di quelli che si fanno condizionare dalle agenzie di rating, ma anche di quelli che non si fanno condizionare, di chi lotta tutti i giorni contro il sistema mafioso in cui viviamo, di chi sa sorridere, di chi sa amare, di quelli che sanno lottare e rialzarsi, di chi sa che quello che abbiamo non è nostro ma è solo in prestito, di tutti quelli che continuano ad essere onesti a dispetto dei tempi e di tutto, a tutti questi va l’omaggio di questi versi, scritti tempo fa:

Volere
speranza
illusione forse,
è l’essenza e forza
che fa andare innanzi,
e sottovoce dire
che altro sarà,
certo migliore,
da domani.

L’ultimo pensioero va a tutti gli emiliani che vivono ora momenti di dolore e difficoltà. Forza ragazzi, forza.

Be Sociable, Share!